OpenSolaris, prime impressioni

Come dicevo nel post precedente, ho comiciato ad attrezzare il mio laptop con una serie di macchine virtuali UNIX nelle quali effettuare dei test con Enlightenment, utilizzando VirtualBox come strumento di virtualizzazione.

Il primo OS scelto è stato OpenSolaris, sia per la presenza di qualche bug nel ticket system, sia per la disponibilità immediata di un CD con la ISO.
L’installazione è avvenuta tramite il LiveCD, quindi ho potuto installare il sistema operativo previa verifica di funzionamento della VM, ed è filata via liscia liscia, direi con meno interventi (Next->Next->Next) di una installazione di Windows XP; anche il sistema installato nel disco virtuale è partito senza problemi di sorta.

Le primissime impressioni, primissime perchè devo ammettere di aver tenuto la VM up per poco tempo, e in ogni caso lo scopo non é testare il sistema operativo, ma metterci dentro E17.
Il desktop, basato su Gnome 2.24, è veramente molto curato, e, se non fosse per la scritta “opensolaris” sul wallpaper, si potrebbe essere portati a pensare di essere su un Linux qualunque.

Una immagine vale più di mille parole:
OpenSolaris

L’installazione fornisce un comodo package manager per aggiungere/togliere pacchetti, che non ha niente da invidiare al Synaptic di Ubuntu; il setup fornisce, oltre alle applicazioni di utilità di Gnome, un set di programmi base (ricordo che l’installazione è stata fatta tramite un LiveCD, e quindi lo spazio disponibile per il software non era moltissimo): un browser, un client email, un client IM multiprotocollo, lettori multimediali per audio e video, lettore PDF, etc. Manca una suite per l’ufficio, ma d’altra parte se si usa un LiveCD non si sta cercando la persistenza dei dati, e in ogni caso si possono usare servizi online tipo Google Documents. Se invece il sistema è installato, basta lanciare il package manager e scaricare ed installare tutti i pacchetti necessari.

Ora che il sistema è attivo, mi scaricherò l’albero SVN e comincerò il processo di compilazione dei pacchetti.

Alla prox

[tags]opensolaris,virtualbox,enlightenment[/tags]

Categorie

Archivi

One Comment

  1. 10 aprile 2009

    Ho provato anche io OpenSolaris, ma forse a causa della macchina virtuale (virtualbox anche qui) e del pc scassone mi è risultata un po’ pesante :(

    Appena avrò qualcosa di più performante la riproverò però, perché Solaris (quello non open) è veramente un piacere da usare e spero che OpenSolaris non sia da meno!

    PS: se ti serve una mano per i ticket di enlightenment non esitare a chiamarmi! :)

    Un saluto!

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.