Clipperz, online password manager

Oggi voglio parlare di uno strumento fondamente per la gestione della miriade di servizi che si possono sintetizzare con il nome Web2.0, è cioè un password manager.

In rete se ne trovano molti, gratuiti o a pagamento, open o closed source, ma più o meno tutti con un limite: a meno di replicare installazioni e dati, questi ultimi si trovano solamente all’interno del PC.

Questo, al giorno d’oggi, mi sembra un limite grosso: ormai l’accesso mobile ai servizi Web è alla portata di tutti, e quindi trovo utile poter raggiungere i miei dati quando mi servono, piuttosto che dovermeli portare appresso.

Il sistema in questione è Clipperz, un password manager online che fa della sicurezza e dell’usabilità i propri punti cardine.

La sicurezza è garantita dalla crittazione/decrittazione implementata totalmente lato client, quindi i dati, salvati sul server remoto, sono inaccessibili a chiunque non disponga di username e password validi. E nemmeno a noi, nel caso ci si dimentichi i dati di login: questo è importante, abbiamo una password sola per gestirne tante, almeno ricordiamocela!

Per quanto riguarda l’uso e le funzioni, i punti a favore sono molti:
* schede sia predefinite che personalizzabili
* login diretti
* modalità offline
* password usa e getta

Ecco la schermata che appare dopo il login, in questo caso la mia :)

Clipperz

Come si vede dall’immagine (click sulla stessa per ingrandire), al centro troviamo i due strumenti per la gestione dei nostri dati sensibili, le cards e i direct logins.

Le card rappresentano la singola entità da proteggere.

Esistono alcuni tipi di card predefinite, con i campi preimpostati, e sono password, contro corrente, carta di credito, voce di rubrica; esistono altri due tipi di card, quello personalizzato, nel quale è possibile inserire ciò che si vuole, e il cosidetto login diretto, un campo da riempire con il codice generato dal bookmarklet di Clipperz quando cliccato su una pagina che contiene dati di login.

Usando il login diretto, verrà creata una card con i dati, e in più, come si vede nella parte a sinistra dell’immagine, una entry nell’elenco del login disponibili: un click su di essi ci porterà direttamente all’interno del servizio corrispondente, bypassando il login.

La copia offline rappresenta un modo utile per poter accedere ai dati anche in assenza di una connessione a Internet: viene scaricata una versione offline di Clipperz, che contiene all’interno i dati, protetti allo stesso modo della versione online; occhio alla password, quindi persa quella, addio dati!

Le password usa e getta sono quasi indispensabili nel caso si voglia utilizzare Clipperz da un posto pubblico come un bar o un Internet cafè: si tratta di password predefinite e utilizzabili solamente una volta, in modo da proteggere i nostri dati da eventuali curiosi.

Visti i vantaggi, non rimane che provarlo!

Ah, se siete solo curiosi, programmatori incalliti, o paranoici della sicurezza, ecco due link gustosi: i dettagli circa le implementazioni di sicurezza e la Community Edition di Clipperz, per installarla su di un vostro server.

Alla prox

[tags]clipperz, password manager[/tags]

Categorie

Archivi

Comments are closed.