Picnik, photoeditor online

Sono entrato da pochissimo nel magico mondo della fotografia, e pian piano scopro tools utili per la gestione delle foto.

Per quanto riguarda lo storage e la visualizzazione online, utilizzo il GB offerto gratuitamente da Picasa, e ci sono arrivato dopo aver provato in versione gratuita sia Flickr, abbandonato perchè il limite di tre set mi è sembrato eccessivo, che Zooomr, abbandonato per la lentezza nel caricamento.

Ma visto che lo spazio su Picasa non è più molto, sto valutando l’account Pro su Flickr, decisamente più figo…

Per quanto riguarda i programmi lato notebook (Ubuntu Linux), mi affido a F-Spot per la gestione e lo scaricamento dalla macchina (tengo la mia Nikon D40 in PTP mode, e viene riconosciuta perfettamente) e a Gimp per l’eventuale editing (sia JPEG che RAW, quest’ultimo tramite un plugin).

La scoperta (dell’acqua calda, probabilmente) che ho fatto oggi è Picnik, un photoeditor online, che permette di editare foto senza dover installare programmi nel computer.

Sono disponibili non solo i classici strumenti per l’aggiustamento del colore e del contrasto, la rotazione dell’immagine, il ritaglio e la scalatura, ma anche strumenti per applicare filtri, testi, immagini e molto altro alle foto.

La funzionalità che più ho apprezzato, però, è l’integrazione con altri servizi online, come Picasa, Facebook, Flickr e altri.

In questo modo, consentendo a Picnik l’accesso ai miei album su Picasa, ho potuto modificare direttamente le foto che avevano bisogno di un ritocco, senza doverle scaricare/modificare/ricaricare, veramente molto utile. E ora la mia galleria Macro ha un pò più di senso…

Alla prox

[tags]picnik, photo, editor[/tags]

Categorie

Archivi

4 Comments

  1. 29 luglio 2009

    Proprio ultimamente un amico mi diceva di questi siti che riproducono editor photo. Anzi ho sentito che c’è ne uno che riproduce proprio l’interfaccia di Photoshop.
    Ma per il momento non l’ho ancora provato.

    Picnik è carino, ma bisogna andarci leggeri e sfruttare soprattutto gli effetti in automatico perché luminosità e contrato rovinano il file.

    • mcalamelli
      29 luglio 2009

      Confermo la tua opinione, in effetti ho utilizzato per lo più la funzione di ritaglio.

  2. Mackley
    31 luglio 2009

    Ti consiglio l’account “Pro” di Flickr

    Son una trentina di € all’anno ma merita in quanto funzionalità, integrazioni e la community italiana non è affatto male

    • mcalamelli
      31 luglio 2009

      Concordo, e infatti la scelta cadrà su Flickr :)

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.