Qualcosa di completamente diverso

È un periodo di grande subbuglio interiore, come non mi è mai capitato in 37 anni di vita.
No, non è vero.
Riformulo.
È un periodo di grande subbuglio interiore, e mi ritrovo a viverlo e contrastarlo come mai mi era successo in 37 anni di vita.
Meglio, sì.
È un periodo di alti e bassi, con i bassi che diobono sono davvero bassi, ma li vivo con una sofferenza attiva, e non passiva, come in passato. Ci urlo sopra, ci bestemmio attraverso, ci ragiono nella maniera più oggettiva possibile, escogito soluzioni, e quelle migliori gliele sottopongo al prossimo contatto. Direi che il leit motiv di questo periodo è “Non lasciare nulla di intentato”. Direi che non mi sono mai trovato a combattere così energicamente per qualcuno, mai. Sarebbe stato più semplice rassegnarsi e “Sai cosa? Vaffanculo, eh, ciao”? Probabilmente sì, ma lo so io cosa avrei perso, e per una cosa di quella entità vale la pena di sanguinare, senza dubbio.
Poi ho scoperto che una cosa che mi spiazza, e a volte mi spiezza (ciao, umorismo, bentornato), è il non sapere la durata di un periodo. “verrà il momento”, “stare nel mio per un po’”, “un giorno si vedrà”: madonna boia, non ce la faccio mica. È come il QB nelle ricette. Cosa cazzo vuol dire “quanto basta”? Dammi dei grammi, dei centilitri, inventati tu una unità di misura ma, cristo, quantificami la cosa. Non sai il termine ultimo? Andiamo per gradi allora, dammi delle milestones, dei tempi intermedi, spezziamo il problema.
E ancora, il muoversi con i piedi di piombo, tarando la smania di dire e fare (baciare magari, lettera check, testamento anche no) in funzione di ciò che percepisco dall’altra parte, per evitare di aggiungere zavorra ad una situazione già pesante di suo. La fortuna è dalla mia, in questo caso, ché dall’altra parte c’è una persona adulta, intelligente, con i piedi per terra, che se pensa A non ti dice B, ma proprio A, e te lo dice in faccia, senza tanti giri di parole.
Insomma, tengo botta, stringo i denti, con la consapevolezza che, qualunque sarà il risultato, ho fatto tutto il possibile per riportarla a me.

Categorie

Archivi

5 Comments

  1. 10 dicembre 2012

    Un leone che sa come affrontare i periodi di subbuglio interiore, prende a zampate gli alti e soprattutto i bassi, combatte e non si arrende… e ha un cuore grande grande! :*

    • mcalamelli
      10 dicembre 2012

      Grazie tesora :*

  2. 10 dicembre 2012

    Se vuoi smoccolare in compagnia, davanti a una birra, fai un fischio.

    • mcalamelli
      10 dicembre 2012

      Come dire di no ad una birra? ;) Fammi sapere quando sei giù, che ci becchiamo, così mi racconti pure dell’avventura spagnola!

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.