I racconti della casa nuova – Prodromi di trasferimento

Bon, direi che quasi ci siamo.
La camera grande è a posto, e ora l’armadio e la cassettiera interna hanno le maniglie.
La camera piccola, c’è da togliere il cellophane dal materasso e poi si può fare il letto.
La lavatrice è funzionante senza perdite.
La cucina idem.
Il frigo fa il suo lavoro, per ora solo con qualche bottiglia d’acqua dentro.
Il bagno di sopra è senza specchio, conto di montarlo domani sera.
C’è la TV, ma manca l’antenna sul tetto, mannaggiaacristo.
I faretti sono collegati e funzionanti, ma da fissare al controsoffitto.
Gli altri punti-luce mancano.
Il bagno di sotto ha solo il water, il lavandino non l’ho ancora comprato.
Ho sistemato della roba per la cucina, ne ho scartata altra, ché proprio no, non la voglio.
Le scatole con i panni invernali e i sacchi con le trapunte e il piumone stanno già al loro posto, nel contenitore sotto al letto.
Avanzano un paio di scatole, quella delle aspettative e quella con i sogni messi in pausa.
Non so dove sistemarle, le sposto ma me le ritrovo sempre in mezzo ai piedi.

Categorie

Archivi

Comments are closed.