È quella che più mi piace, per fare il bagno in mare. Quella che c’è a maggio, oppure quella di un luglio qualsiasi, dopo diversi giorni di brutto tempo. Mi piace entrarci, in acqua, fino alle cosce, e se è il primo bagno mi ci tuffo dentro di testa, godendo lo SBAM dovuto alla differenza di temperatura. Se invece il primo bagno l’ho già fatto, allora arrivo alle cosce e proseguo, pian piano, passo dopo passo, centimetro dopo centimetro, seguendo i brividi che risalgono verso il collo e mandano via il calore accumulato stando al sole. Oggi l’acqua è perfetta, e ora ho del calore da smaltire.

Posted from WordPress for Android