Tag: life

  • Quel preciso istante

    Arriva ogni anno, quel preciso istante, a volte prima, a volte dopo, ma arriva. Quest’anno è arrivato ieri mattina, il 25 novembre. Stavo uscendo di casa, tirandomi dietro la porta, spalle alla strada. Mi sono cadute le chiavi, e chinandomi per raccoglierle si è aperto il cappotto, ed è rimasto così, aperto, bloccato dalla tracolla […]

  • Detriti

    Lui è in piedi, alla finestra, perso nello scorrere dell’acqua. Un sorso di birra gelata, un tiro di fumo bollente, la bocca trasformata in un bong. Percepisce un cambiamento nel tremolio delle luci riflesse sulla superficie dell’acqua, e risale dal turbinio dei pensieri. È vero, il fiume ha cominciato a muoversi più velocemente, smuove e […]

  • Di viaggi ed altre cose

    Tra pochi giorni prendo il mio secondo volo intercontinentale, abbiamo fatto i passaporti e indossiamo entrambi una maglietta rossa, lui ha letto la guida da capo a piedi, io dei romanzi da capo a piedi, faremo il giro delle sette case, come fossero chiese, andiamo a vedere i pinguini e le cascate: insomma, andiamo in […]

  • By demons be driven [*]

    [*] Play Ti vedo spesso uscire di casa. La mattina presto, quando mi affaccio alla finestra della cucina per fumare una sigaretta. Oppure alla sera, quando apro la finestra del bagno di sopra per far uscire il vapore della doccia. Non che ti tenga d’occhio, è chiaro, solo evidentemente abbiamo gli orari sincronizzati. Apri la […]

  • “Lancia il dado e vai a pag.46”

    Il risveglio non è dei migliori, l’anticipo sulla sveglia stavolta è di mezz’ora. La luce che entra dei listelli degli scuri, rimasti semiaperti, ha già sortito il suo effetto e di riprendere sonno proprio non se ne parla. “Se sei riuscito a riprendere sonno vai a pag.5, altrimenti prosegui” La luce lampeggiante del telefono richiama […]

  • È che quando il gioco si fa lungo, anche i duri si stancano.

    “Cosa vuoi da me? Cosa puoi darmi?” “Cosa vuoi prendere?”, ti risponderei. Perché io non so cosa saprei staccare da me per darlo via, non so cosa vorrei incartare con filo prezioso e nastro resistente per regalarlo a te, non so cosa strapperei dalla nuda carne scegliendo tra altre cicatrici, altre ferite, per gettare via […]

  • Insofferenza

    Percepisco che un po’ di cose hanno ricominciato a girare per il verso giusto. Quindi, insomma, diciamo che va bene. Continuo a fare cose impulsivamente, senza pensarci troppo, e sento quel pizzicorino nello stomaco, il mio personale “chissà come andrà”. Ma non posso fare diversamente, incrocio le dita e va bene così. Ho idee buone […]

  • Agosto è per non pensarci troppo

    [click sull’immagine per la compila] Fa caldo. Mi sudano i pensieri, un porcone per ogni goccia che scende. Mi sudano i pensieri, e si mischiano l’uno all’altro alla base del collo impregnando la t-shirt. Allora non ci penso, tanto non posso più distinguerli. Metto su un po’ di musica, una serie di canzoni che hanno […]

  • “Quelle cose sono noi, quelle cose siamo noi”

    Ora che ci penso, è stato proprio girando questi milleduecento metri quadri che vanno a riempirsi di ogni cosa che ho capito meglio perché posso stare minuti eterni a guardare un cartello arrugginito in un parcheggio, una vecchia porta di legno riverniciata di fresco, la silhouette dei tetti fuori dalla stazione di Rogoredo, e perché […]